I.I.S. "Bertarelli - Ferraris"
Corso di Porta Romana 110, 20122 Milano
Tel. +39 02 58314012; +39 02 58314538 | Fax +39 02 58314325 | Codice Meccanografico: MIIS09400A

Laboratorio serale di poesia

Il progetto “laboratorio di poesia”, sviluppato nell'ambito dei corsi serali (o Istruzione degli Adulti) dell'Istituto Bertarelli-Ferraris, è un’idea metodologica e una strategia didattica che si colloca all'interno di un percorso d' insegnamento - apprendimento che impegna i ragazzi in modo coinvolgente e operativo. L'apprendimento diventa scoperta di sé, opportunità di scambio di conoscenze che assumono per i ragazzi un significato vero offrendo la possibilità di una completa integrazione fra conoscenze e competenze.

Poesia danza dell'anima

Il laboratorio risponde così pienamente alle direttive di una “didattica laboratoriale" dove il processo di apprendimento non è più la trasmissione di un “sapere preconfezionato" ma è piuttosto un processo di integrazione tra la conoscenza (il sapere) e le competenze (il saper fare o successo formativo).

L'attività di laboratorio tende a promuovere il successo formativo attraverso la valorizzazione delle potenzialità di ogni singolo alunno, (in particolare di chi presenta difficoltà linguistiche) e pone il docente non più come “possessore di verità", ma come organizzatore di situazioni e contesti di apprendimento per promuovere una “ricerca- insieme” tra docenti e alunni al fine di far superare quelle difficoltà dovute anche ad una diversa nazionalità e cultura linguistica, attraverso il confronto e il lavoro di squadra.

Si attua così quella che è stata definita come “la didattica del decentramento dei punti di vista e per l’individuazione delle analogie e delle differenze”.

Avviene uno scambio interculturale che arricchisce, incuriosisce, e stimola a nuovi apprendimenti.

(disegno di Troy Cayanan)

L'importanza, la bellezza e la valenza educativa di questo laboratorio è stata la scoperta per ognuno di loro della capacità che ogni singolo ha di conoscere e mettere a nudo tutti gli angoli più nascosti- belli o brutti, bui o luminosi, sereni o tristi- del proprio essere “uomo”!

E quando questa capacità diventa conoscenza di se stessi si ha il coraggio di dominare il caos incontrollato dei propri sentimenti, conflitti o contraddizioni e trasformarlo -attraverso la poesia in danza dell'anima.

Si diventa esseri liberi dalle proprie paure e insicurezze, poiché la poesia rompe i recinti e il filo spinato dentro i quali a volte chiudiamo la mente e il cuore e ci fa volare senza spazi, tempo e confini insieme alla bellezza e alla bontà segni di Dio in ognuno di noi.

Prof.ssa Maria Butticè

Scopri i contenuti di questo progetto nell'allegato: "Poesia, la danza dell'anima" - Canzoniere poetico

Allegati
CANZONIERE POETICO.pdf